VOGA VENETA-SPORT VENETO IN ROSA:premiate Claudia e Viola

pubblicato in: Senza categoria | 0

Si è svolta giovedì 31 Ottobre, nel prestigioso Auditorium di Santa Margherita a Venezia, l’edizione 2019 di SPORT VENETO in ROSA. L’occasione ha unito l’eccellenza sportiva veneta, dando risalto alle donne sportive che durante l’anno si sono particolarmente distinte conquistando titoli importanti o ricoprendo ruoli dirigenziali nell’ambito sportivo.

La cerimonia, organizzata dal Comitato regionale Veneto del CONI, ha dato il giusto riconoscimento a chi dedica buona parte del proprio tempo e della propria vita allo sport, con il conseguimento di risultati di prestigio.
Tra le eccellenze sportive femminili della regione Veneto, sono state premiate le nostre atlete CLAUDIA NAZZARI e VIOLA GHIGI per aver conseguito il TITOLO ITALIANO di Voga in Piedi VIP 750

“Lo sport è una palestra di vita: come per l’uomo lo è anche per la donna, e il Veneto per tradizione è una fucina di atleti, ma oggi vorrei sottolineare anche “di atlete” – ha dichiarato l’Assessore Corazzari – anche nello sport, infatti, le atlete si allenano alla vita, per raggiungere le mete prefissate facendo leva sulle proprie risorse e motivazioni, oltre che sull’appoggio di familiari, allenatori, amiche ed amici.”

“Affido a queste righe il saluto della Regione del Veneto alle atlete venete, che oggi sono premiate per i risultati conseguiti a livello nazionale. Queste ragazze, donne, sono esempio per le giovani generazioni, perché hanno dimostrato che con l’impegno, la dedizione, la passione si possono raggiungere importanti traguardi, superando pregiudizi culturali e stereotipi di genere. Sono, quindi, un modello da seguire, non solo nello sport ma anche nella vita. A loro dico “brave” ed esprimo tutta la mia stima. Sono un orgoglio per il Veneto, perché danno prova di correttezza, di rispetto dell’avversario, di amicizia, di sano agonismo, portando avanti quella tradizione sportiva che ha nella nostra regione profonde radici e ne fanno una caratteristica importante da valorizzare e da promuovere su più livelli. Lo sport è, infatti, prevenzione, salute ma anche una buona scuola di vita, non solo per le atlete e gli atleti, ma per ciascun cittadino, senza limiti d’età. Mi complimento, dunque, con loro, certo che sapranno ottenere altri successi futuri.

Il Presidente Bardelle a fine cerimonia ha ribadito l’orgoglio di rappresentare una regione così importante per il movimento sportivo italiano e ha invitato a fare ancora meglio per anni futuri.