La Casa di Cura Giovanni XXIII sostiene il Trifoglio Rosa nella prevenzione del tumore al seno

pubblicato in: Senza categoria | 0

Giovedì 23 maggio, presso la sede della Canottieri Mestre a punta San Giuliano, la Casa di cura Giovanni XXIII di Monastier, alla presenza della presidente del consiglio comunale di Venezia Linda Damiano e del presidente della Canottieri Mestre Augusto Gandini, ha riconfermato per il terzo anno consecutivo il proprio sostegno al Trifoglio Rosa Mestre, la squadra di dragonboat di donne operate di tumore al seno della Canottieri Mestre.
Dopo aver sostenuto la loro partecipazione ai mondiali di Venezia nel 2017 e al festival internazionale di Firenze nel 2018, anche per il 2019 la Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier consentirà al Trifoglio Rosa Mestre di portare avanti le numerose attività agonistiche in programma per i prossimi mesi.
La squadra potrà così essere presente anche al festival di dragonboat di Formia dal 14 al 16 giugno prossimi, indicato dal comitato italiano delle “donne in rosa” come l’appuntamento più importante del 2019 per far conoscere il movimento BCS (Breast Cancer Survivors) e questo sport anche nel sud d’Italia.
Gli allenamenti, le gare, le trasferte, non sono mai fine a se stessi. Il Trifoglio Rosa mira a sensibilizzare il maggior numero di donne possibile sull’importanza di una diagnosi sempre più precoce. Vuole altresì testimoniare che dal tumore al seno si può guarire e che il dragon boat è lo sport ideale per riprendere l’articolazione delle braccia e per prevenire il linfedema dopo l’intervento.

Comunicato Stampa